MANGI LE UOVA?

    MANGI LE UOVA?

    In questo post ho deciso di parlarvi delle uova, perché mi sono resa conto, parlando con i pazienti che molti “si dimenticano” di inserirle nei pasti della settimana come fonte proteica e le usano piuttosto come ingredienti di dolci, biscotti e torte salate.

    Dai loro l’importanza che meritano!

    Perché?

    • Da anni sono state scagionate dalla loro accusa di influenzare negativamente il profilo lipidico.
    • Sono pratiche da conservare e veloci da usare per improvvisare un pasto completo, se accompagnate semplicemente da verdura e pane o patate
    • Sono economiche
    • Dal punto di vista nutrizionale sono un’ottima fonte proteica in quantità e qualità. L’albume di per sé contiene solo proteine e acqua. Il tuorlo contiene grassi, proteine, ma anche vitamine e micronutrienti. Questi ultimi però dipendono dalla qualità delle uova. Le migliori sono naturalmente quelle biologiche da galline allevate a terra.

    Quali scegliere?

    Dal sistema di allevamento delle galline dipende la qualità nutrizionale delle uova prodotte.

    Per la scelta di quali uova acquistare, se non hai la fortuna di avere delle uova di casa, è importante sapere leggere il codice di tracciabilità delle uova e preferire quelle che come primo numero hanno lo 0. Solo questo codice infatti dà garanzia di uova deposte da galline che vivono all’aria aperta per almeno un terzo della loro vita, avendo a disposizione almeno 4 metri quadri ciascuna e un’alimentazione con mangime biologico.

    Spesso invece al supermercato trovi uova con codice 2. Sono quelle che provengono da galline che non stanno in gabbia, sono libere a terra (“allevate a terra”) ma, attenzione, sono allevate in capannoni chiusi senza accesso all’esterno, con una densità massima di galline pari a 9 per metro quadro. Capisci insomma la differenza!

    Non è la stessa cose scegliere un tipo di uova o un altro: meglio uova biologiche, a Km 0 e di galline felici!

      

    Come cuocerle?

    Il modo migliore è quello che preserva dalla cottura è il tuorlo, che con il calore perde alcuni elementi nutrizionali. Allora via libera a uova in camicia, uova alla coque, uova semi-sode, uova all’occhio di bue (ma con pochissimi grassi, meglio se usi olio extravergine di oliva per ungere leggermente la padellina).

    Puoi anche pensare di fare delle uova strapazzate morbide, cuocendo prima l’albume e, una volta rappreso, unire il tuorlo per un risultato cremoso e più nutriente.


    Piazza Cardinal S. Baggio, 7
    36027 Rosà (VI) - Italy

    Cod. Fiscale: 03502360245
    Assessorato alla Cultura

    ALTRE INFORMAZIONI

    © 2020 Ass. Culturale Studio Valore - All Rights Reserved - Powered by Studio Valore
    Image